5 REGOLE D’ORO PER LA GESTIONE FINANZIARIA IN AZIENDA

5 REGOLE D’ORO PER LA GESTIONE FINANZIARIA IN AZIENDA

5 REGOLE D’ORO PER LA GESTIONE FINANZIARIA IN AZIENDA

Gestione Finanziaria? Se leggendo il titolo ti è venuto mal di pancia è perché pensi di non essere portato per la materia o che sia troppo difficile. In realtà le cose sono più semplici di quello che ti hanno fatto pensare i commercialisti o i professori di ragioneria.

PRESUPPOSTO FONDAMENTALE: NON PUOI OTTENERE CIO’ CHE NON MISURI!
Non puoi ottenere utili se non li misuri costantemente, così come un atleta che corre i 100 metri non può ottenere il record se non misura costantemente le sue performance per comprendere se è vicino all’obiettivo o no, se perde tempo in partenza, se rallenta a metà corsa o se invece deve migliorare lo sprint degli ultimi 10 metri.

In azienda se vogliamo ottenere tanti utili, dobbiamo fare una valutazione mensile dei nostri conti economici e dobbiamo farlo senza l’ausilio del commercialista, dobbiamo farlo noi!

Devi assolutamente sviluppare l’abilità di misurare quanti utili hai ottenuto in un mese. Ora, non riusciamo in questo articolo ad affrontare il tema del “come” si arriva a questo risultato, ma diamo per scontato che questa cosa sia facilmente ottenibile e che tu, perché sei bravo di tuo, o perché hai frequentato i nostri corsi, sappia ottenere i prospetti di conto economico mensile.

Vediamo le 5 regole d’oro per la gestione finanziaria in azienda: 

1) MISURA E NON GIUSTIFICARE

L’azienda deve crescere e produrre utili, punto! Noi siamo abilissimi a raccontarci le storie, a trovare i motivi per cui l’azienda non cresce e o non produce utili.

La verità è diversa.

A meno che tu non abbia una quota di mercato enorme, la tua dimensione è tale che in ogni situazione ci sia sempre la soluzione per crescere e fare utili. Non stiamo negando il fatto che negli ultimi 24 mesi il mercato sia stato complicato dalla crisi legata al Covid, stiamo dicendo che c’è sempre un modo per fare meglio dei tuoi competitors e in definitiva crescere. L’azienda oltre a crescere deve produrre utili, se questo non succede vuol dire che c’è qualcosa nella sua impostazione di tremendamente sbagliato!

Hai fatto utili il mese scorso?
Se non lo sai, attrezzati!
Se si, bene!

Se no, dobbiamo trovare immediatamente quello che non va!

2) TRATTA TUTTI I COSTI COME UN INVESTIMENTO. PRETENDI UN RITORNO!

Per una corretta gestione finanziaria, ogni voce di costo va trattata come un investimento: cosa stai comprando veramente?
Ad esempio quando paghi una persona, quanto vale il suo lavoro? E se lo facessi fare fuori, quanto lo pagheresti? No, non stai comprando il suo tempo, stai comprando il suo risultato!

Allo stesso modo devi considerare le altre spese dell’azienda: l’affitto o il mutuo, le attrezzature, i servizi esterni, ecc.

Ogni volta ti devi chiedere quale risultato stai comprando con quel denaro e poi chiederti:

  • quanto costerebbe se lo facesse qualcun altro?
  • quanto costerebbe se non lo facessimo proprio?

Con questo approccio scoprirai i costi inutili.

3) LOTTA CONTRO I COSTI FISSI

I costi fissi sono quei costi che avresti comunque, anche se non avessi nemmeno un cliente.
In questa categoria rientrano i costi per la struttura, gli stipendi dei dipendenti, le rate dei leasing e dei finanziamenti, e altri.

Per capire se hai troppi costi fissi, è sufficiente rispondere a queste due domande:

  • il saldo del tuo conto corrente è in calo?
  • ricorri al supporto delle banche per la gestione ordinaria (sbf, anticipo fatture, etc)?

Se hai risposto si anche a una sola delle due domande, allora molto probabilmente hai un eccesso di costi fissi in azienda e bisogna intervenire per trovare un equilibrio diverso prima che sia troppo tardi.

Lavora per tenere bassi i costi fissi, è vitale!

4) ACCANTONA UNA PARTE DEL DENARO CHE INCASSI

Le aziende tendono a spendere tutto il denaro che incassano.

Il denaro incassato è un po’ come lo spazio che hai a disposizione nell’armadio di casa o nella cantina. E’ incredibile ma se hai a disposizione 3 metri quadrati, li riempirai, se ne hai a disposizione 10 metri, li riempirai lo stesso.

Il denaro a disposizione funziona allo stesso modo, più ne hai e più ne spendi.

Per questo motivo devi creare riserve, mettere via parte del denaro incassato, come fosse una spesa ricorrente. Vedrai che la tua azienda andrà avanti lo stesso e tu creerai un gruzzolo che sarà utile in futuro.

Mettere da parte il denaro, vuol dire evitare che l’azienda lo spenda per cose di cui potrebbe fare a meno, ovvero fare finta che non sia mai stato incassato. Funziona, vedrai!

5) IL DENARO LO DEVE GESTIRE UNA SOLA PERSONA

In azienda le persone fanno richieste per spendere il denaro. Per carità, nella stragrande maggioranza dei casi sono richieste legittime, vogliono migliorare un processo, chiedono un software più aggiornato o una macchina più moderna, o una persona in più.

Tutti vogliono denaro! Il denaro lo deve gestire una persona sola e questa persona deve essere il “Signor NO”! Potresti essere tu, nel caso di una piccola azienda. In aziende più strutturate è necessario che questa sia una persona parsimoniosa. Vedrai che le spese veramente necessarie verranno a galla, sponsorizzate con forza dal basso.

In generale l’approccio giusto alle richieste di denaro è una risposta del tipo: adesso non è il momento, ci pensiamo!

La gestione finanziaria in azienda non è una materia complessa, è una materia che tu imprenditore devi conoscere e saper maneggiare.
L’ostacolo più grosso è, nella nostra esperienza, imparare a impostare un cruscotto di monitoraggio mensile dei principali indicatori, ma poi occorre anche che tu adotti una politica di gestione corretta, orientata alla creazione di utili.

Se non ti senti in grado di farlo, non mollare, cerca un consulente di cui ti fidi e fatti aiutare.
Non abbandonare questa materia!

[RICHIEDI AIUTO DA UN CONSULENTE OSM]



    Comments 0

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked